PROGETTO S.A.I.S. MARCHE E UMBRIA

PROGETTO S.A.I.S. MARCHE E UMBRIA

Data di pubblicazione:
02 Novembre 2021
Immagine non trovata

Progetto presentato dalla Regione Marche insieme alla Regione Umbria e all’Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi - E.N.S. - Consiglio regionale Marche e Consiglio regionale Umbria, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio per le Politiche in favore delle Persone con disabilità.

Il Progetto dal Titolo “SAIS - Sensibilizzazione, Accessibilità e Indipendenza delle persone Sorde” è stato avviato a far data dal 19 aprile 2021 e si svilupperà fino al 18 aprile 2022.

Il progetto, articolato in tre diverse azioni di seguito dettagliate, ha la finalità di avviare sui territori marchigiano ed umbro un percorso sperimentale per la diffusione di servizi di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana (LIS) e video interpretariato a distanza nonché l’uso di ogni altra tecnologia finalizzata all’abbattimento delle barriere alla comunicazione attraverso Sportelli di Segretariato Sociale, Servizi di Interpretariato da/in Lingua dei Segni Italiana (LIS), Video LIS informativi e percorsi di Formazione alla comunicazione con la persona sorda rivolti al personale incaricato all’accoglienza nei principali ospedali delle due regioni.

Azione 1: Sportelli di segretariato sociale: All’interno di ogni Sezione Provinciale, sarà possibile ricevere assistenza gratuita su tutte le necessità legate alla sordità, attraverso personale appositamente formato che fornirà informazioni ad esempio su: pratiche INPS/ASL, rapporti con la Pubblica Amministrazione, tutela dei diritti dei lavoratori sordi, Area Università Scuola e Famiglia, servizi destinati ai minori sordi all’interno della scuola, ecc. Le Segreterie forniranno inoltre tutta l’assistenza e le informazioni necessarie all’utilizzo dei servizi di interpretariato previsti dall’Azione 2. Le Sezioni sono aperte a tutti e possono essere contattate attraverso i rispettivi indirizzi email. Gli Sportelli di segretariato sociale, quindi, possono essere un valido sostegno al lavoro svolto dagli Enti Locali e dagli ATS a favore delle persone sorde.

Azione 2: Servizi di interpretariato e di mediazione linguistico-culturale forniti sia a distanza che in presenza. I servizi saranno totalmente gratuiti e potranno essere richiesti sia da persone sorde che udenti attraverso l’apposita piattaforma o l’applicazione realizzate per il Progetto SAIS. Tutti gli interpreti coinvolti sono professionisti qualificati, con esperienza nella fornitura di servizi di interpretariato anche a distanza. Inoltre, all’interno del sito web del Progetto è possibile rimanere aggiornati sulle principali novità della Pubblica Amministrazione a livello territoriale, visitando la sezione dedicata alle News, dove saranno disponibili video informativi accessibili in Lingua dei Segni. Gli Enti Locali e gli ATS possono, quindi, attraverso questa azione diffondere le informazioni relative al proprio territorio.

Azione 3: Percorsi di formazione destinati ai dipendenti delle principali strutture ospedaliere delle due regioni. Il difficile anno che abbiamo affrontato, ha reso ancor più urgente migliorare l’accesso ai servizi sanitari da parte delle persone sorde, che – a causa della necessità da parte di tutti di utilizzare mascherine protettive – hanno visto ulteriormente e gravemente ridotta la loro possibilità di comunicare con le persone udenti. Obiettivo di questa Azione è formare in particolare il personale che, all’interno delle strutture ospedaliere, si occupa dell’accoglienza della persona che necessita di informazioni, fornendo loro le competenze necessarie a svolgere il loro compito nella maniera più efficace possibile nel caso in cui si dovessero trovare ad interagire con una persona sorda.

Per qualsiasi informazione riguardante il Progetto SAIS, è possibile contattare l’indirizzo:  info@progettosais.it.

Ultimo aggiornamento

Martedi 02 Novembre 2021