“Confine”: la scultura di Piergiorgio Asuni

L’opera dello scultore pedasino nei pressi del nuovo ponte pedonale sul fiume Aso

Data:
20 Dicembre 2020
Immagine non trovata

«Fin da bambino ho guadato il fiume Aso non considerandolo mai un confine ma un'opportunità,impegnandomi a comprenderne la natura. Confine come conoscenza,confine come crescita,confine come...vedere oltre l'ignoto.» (Piergiorgio Asuni)
“Confine”: questo il nome della scultura in legno realizzata diversi anni fa dall’artista e concittadino Piergiorgio Asuni. 
Un’opera che nelle venature del suo legno raffigura tutta la valle antica del fiume Aso, dalla sorgente fino alla sua foce (e che non a caso è divenuta anche logo dell’Ecomuseo della Valle dell’Aso).
E proprio qui, ai piedi dell’Aso, nei pressi del nuovo ponte pedonale che ha colmato infine quel remoto e simbolico guado, dopo alcuni anni di oblio, 
l’attuale Amministrazione comunale di Pedaso, ha deciso di recuperarla, collocandola nel posto che più di ogni altro le spettava.

 

Ultimo aggiornamento

Sabato 09 Gennaio 2021